CORONAVIRUS E PRIVACY, cosa deve fare l’azienda per essere in regola dopo il Protocollo del 14 marzo 2020?
  • 23 giugno 2020
  • Diritto D'impresa

CORONAVIRUS E PRIVACY, cosa deve fare l’azienda per essere in regola dopo il Protocollo del 14 marzo 2020?

Il binomio Privacy – Sanità, da sempre, presenta non poche difficoltà, sia per la rilevanza dei principi da tutelare, tutti di rango costituzionale, sia per l’approccio non sempre agevole alle tematiche proprie della protezione dei dati personali. 

Nell’attuale quadro di emergenza sanitaria, alla luce sia delle misure di prevenzione e degli obblighi imposti del Protocollo Nazionale di sicurezza anti-contagio del 14.3.2020 (aggiornato il 24.4.2020), sia del recente comunicato del Garante della Privacy, è opportuno comprendere quali sono le modalità pratiche per gestire correttamente tutte quelle attività che hanno rilevanza ai fini della privacy, ivi compreso rilevamento della temperatura dei dipendenti, e non solo, all’ingresso in azienda.

La tua azienda è sufficientemente adeguata al GDPR?

La tua Azienda tutela al meglio i suoi dipendenti?

La tua Azienda ha posto in essere tutte le misure di sicurezza tecniche ed organizzative adeguate?

Sei hai dubbi sulle modalità di applicazione del GDPR, sulle azioni da porre in essere e su come gestire al meglio il binomio Privacy – Emergenza Covid-19, contattaci per avere maggiori informazioni e valutazioni in merito:

- all'indirizzo e-mail: segreteria@studioadriani.it;
- oppure, chiamaci al numero: 0803714575.

Lo Studio Adriani ti accompagnerà passo dopo passo nella gestione di tutti gli adempimenti necessari per l'adeguamento al GDPR e nell’implementazione di un vero e proprio modello organizzativo privacy!

 

Condividi su: