AGEVOLAZIONE CERTA PER LE IMPRESE CHE INVESTONO IN RICERCA & SVILUPPO
  • 06 febbraio 2019
  • Finanza aziendale

AGEVOLAZIONE CERTA PER LE IMPRESE CHE INVESTONO IN RICERCA & SVILUPPO

AMBITO SOGGETTIVO:

Tutte le Imprese, indipendentemente dalla natura giuridica, dal settore economico di appartenenza, dalle dimensioni, dal regime contabile.

AMBITO OGGETTIVO:

Il credito d’imposta può essere fruito dalle imprese che sostengono spese in attività di ricerca e sviluppo, quali:

  1. Lavori sperimentali o teorici svolti [cd. “ricerca fondamentale”];
  2. Ricerca pianificata o indagini critiche [cd. “ricerca industriale”];
  3. Acquisizione, combinazione, strutturazione e utilizzo delle conoscenze e capacità esistenti di natura scientifica, tecnologica e commerciale allo scopo di produrre piani, progetti o disegni per prodotti, processi o servizi nuovi, modificati o migliorati; [cd. “sviluppo sperimentale”];
  4. Produzione e collaudo di prodotti, processi e servizi.

COSTI AGEVOLABILI E MISURA DEL CREDITO:

Ai fini della determinazione del credito d’imposta sono ammissibili i costi di competenza del periodo d’imposta di riferimento direttamente connessi allo svolgimento delle attività di ricerca e sviluppo nella misura di seguito evidenziata

TIPOLOGIA DI COSTI                                                                                                                                      MISURA DEL CREDITO

Personale dipendente direttamente impiegato nelle attività di ricerca e sviluppo                                                                       50%

Personale titolare di un rapporto di lavoro autonomo direttamente impiegato nelle attività di ricerca e sviluppo                      25%

Quote di ammortamento di strumenti e attrezzature e laboratorio                                                                                               25%

Spese relative a contratti di ricerca extra-muros con università, enti di ricerca e simili                                                              50%

Spese relative a contratti di ricerca extra-muros con altre imprese                                                                                               25%

Competenze tecniche e privative industriali                                                                                                                                  25%

Materiali, forniture e altri prodotti analoghi direttamente impiegati nelle attività di ricerca e sviluppo                                       25%

Il credito è riconosciuti fino a un massimo annuale di 10 milioni di €/anno per beneficiario ed è computato sull’eccedenza di spesa in R&S rispetto ad una base fissa data dalla media delle spese in Ricerca e Sviluppo negli anni 2012-2014.

AMBITO TEMPORALE:

Il credito d’imposta è attribuito a tutte le imprese che effettuano investimenti in attività di ricerca e sviluppo a partire dal periodo d’imposta successivo a quello in corso al 31 dicembre 2014 e fino a quello in corso al 31 dicembre 2020.

CONDIZIONI NECESSARIE:

  • I costi sostenuti devono essere certificati dal soggetto incaricato della revisione legale o da un professionista iscritto nel registro dei revisori legali;
  • Le finalità, i contenuti e i risultati dei progetti o sotto progetti di R&S devono essere illustrati nell’ambito di una “relazione tecnica” predisposta e sottoscritta dal responsabile R&S e controfirmata dal legale rappresentante.

Per avere ulteriori informazioni contatta:

dott.ssa Adriana ADRIANI - aadriani@studioadriani.it - Telefono 0803714575

Condividi su: